Vittorio Storaro: scrivere con la luce

Una mostra foto-cinematografica ideata e voluta per raccontare, attraverso la fotografia, l’intenso lavoro compiuto in 50 anni di carriera,  del grande premio Oscar Vittorio Storaro.

In esposizione 70 opere, alcune delle quali in dialogo con la collezione Cerasi: 70 cavalletti luminosi tra 50 cine-fotografie originali e 20 copie su tela dei dipinti che ne hanno ispirato la ricerca figurativa e cinematografica.

Già tre volte premio oscar per Apocalipse Now di Francis Ford Coppola, Reds di Warren Beatty, e L’ultimo Imperatore di Bernardo Bertolucci, vincitore del Nastro D’oro e di numerosi altri riconoscimenti , con una carrirera di oltre 40 film, in questa mostra Vittorio Storaro si presenta in una veste insolita, ovvero essenzialmente come fotografo, come narratore d’immagini fisse, con l’intento di raccontare, attraverso la fotografia, una storia in movimento. La produzione fotografica, quindi, pur totalmente parte del suo impegno cinematografico, viene ripensata e composta come un racconto d’immagini a sé stanti.

La mostra realizzata e promossa da Storaro Art,dopo aver toccato tappe nazionali ed internazionali, approda a Roma, città natale del maestro, proprio a Palazzo Merulana che intende così omaggiare , in occasione del suo ottantesimo compleanno, il più amato e apprezzato autore della cinematografia.

18 settembre – 1 novembre 2020, Palazzo Merulana
Per informazioni clicca qui oppure chiama 06-39967800

Commenta per primo

Rispondi