Catherine Spaak, perfetta padrona di casa ad Harem

a cura di Tano Pirrone

Catherine Spaak è morta, viva Catherine Spaak! Nessun coccodrillo pronto per questa bellissima ragazzina, signorina, elegantissima signora âgée, protagonista della vita artistica italiana – dalla musica, al teatro, al cinema – sempre misurata, attenta incollata al suo personaggio. Ma io oggi voglio ricordarla protagonista di uno spettacolo televisivo di lunga durata e di ottimi e qualificati ascolti. Quel genere di spettacoli in cui il terzo canale della Rai è stato fucina grazie a dirigenti di valore, spesso boicottati e contrastati. Mi riferisco ad Harem, il programma tutto al femminile di Catherine Spaak, che andò in onda per 15 stagioni, dal 1988 al 2002, appunto su Rai Tre. Ogni sabato sera in seconda serata, in un salotto elegante, Catherine, ospitava a turno tre donne, discutendo con loro di temi intimi o attuali, in un’atmosfera dolce e raffinata di complicità, in cui la conduttrice emergeva sempre per eleganza dei modi e raffinatissima capacità di coinvolgimento. Dietro le quinte, in attesa di raggiungerle a fine puntata, per dire la sua opinione sui temi appena trattati, un “uomo misterioso”, che aveva assistito, dietro ad una grata, alle precedenti interviste e al colloquio.

Tra le numerose ospiti delle puntate ricordiamo Franca Valeri, Marina Ripa di Meana, Melania Mazzucco, Catherine Deneuve, Monica Bellucci, Isabelle Allende, Ornella Muti, Marina Suma, Rosanna Cancellieri.

Catherine Spaak era anche co-autrice del programma.

Rai Tre di quel periodo, dalla fine degli anni ’80 al 2002 fu guidata inizialmente (dal 1987 al 1994) da Angelo Guglielmi con Sandro Curzi al telegiornale. Nacquero programmi destinanti ad avere seguito e l’affermazione di nuovi volti: tra questi, Telefono giallo, con Corrado Augias in onda dal 1987 al 1992; Chi l’ha visto?, in onda dal 1989; Fuori orario. Cose (mai) viste, contenitore di materiale cinematografico d’essai e di immagini varie; Schegge, striscia notturna che riproponeva materiali di repertorio Rai; Blob, innovativa trasmissione satirica composta da un accurato e caustico montaggio della giornata televisiva precedente usando materiale in onda proveniente dalle maggiori emittenti italiane e talvolta anche straniere, in onda dal 17 aprile 1989 e ideato da Enrico Ghezzi e Marco Giusti. Molti i programmi satirici divenuti di culto: prima tra tutti, Serena Dandini con La TV delle ragazze, Scusate l’interruzione, Avanzi – per citare le più note – le quali nel corso degli anni hanno lanciato comici come Corrado e Sabina Guzzanti, Angela Finocchiaro, Francesca Reggiani, Antonello Fassari, Stefano Masciarelli e tantissimi altri, che non è questo il luogo ed il momento di ricordare. Dobbiamo, invece, ricordare che nel lunghissimo periodo della permanenza di Catherine Spaak ad Harem ad Angelo Guglielmi, seguirono, lasciando sempre un’impronta di novità e di qualità, direttori come Luigi Locatelli, Giovanni Minoli, Francesco Pinto.

Catherine Spaak attraversò tutto quel periodo di profonde innovazioni con un garbo ed un’eleganza, unite indissolubilmente ad un’altissima, professionalità, ad un costante impegno e ad un radicato esempio di lavoro come servizio.

In attesa del prossimo collegamento via etere, ti auguriamo un ottimo viaggio ed una magnifica permanenza. Ciao Catherine!

Informazioni su Tano Pirrone 68 Articoli
Sono nato in provincia di Siracusa, a Francofonte, l’antichissima Hydria dei coloni greci, quaranta giorni prima che le forze alleate sbarcassero a Licata. Era il 14 maggio 1943. Ho frequentato il liceo classico, ma non gli studi per giornalista, cui ambivo. Negli anni ’70 ho vissuto due lustri a Palermo, dove ho lavorato in fabbrica, come impiegato amministrativo- commerciale. Nel 1981 mi sono trasferito a Roma per amore di Paola, oggi mia moglie. Sono stato funzionario commerciale e Project Manager nel Gruppo Marazzi. Infine consulente d’azienda per Organizzazione Aziendale e Sistemi Qualità. Curo le piante della mia terrazza, vedo gente, guardo film e serie tv, vado a cinema e a teatro, seguo qualche mostra; leggo, divagando e raccogliendo fior da fiore, e scrivo di cinema, libri e teatro per Odeonblog; di altre cose per me stesso. Ho pubblicato anche su Ponza Racconta, Lo Strillo, RedazioneCulturaNews ed altri siti di cinema e teatro. Ho due figli, Francesco e Andrea, ed avevo un cane, Bam, che sta sempre con me dovunque io vada. Sono faticosamente di sinistra; sono stato incendiario ed ora dovrei essere ragionevolmente pompiere.
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti