Tempo di Pasqua: parliamo degli Easter Egg

Riportiamo qui un articolo spassosissimo proposto da Longtake sugli Easter Egg, dove viene spiegato il significato del termine e riportata una Top ten di alcuni tra i più celebri.

la Redazione

Quale modo migliore degli Easter Egg per augurarvi buona Pasqua? In italiano il termine significa letteralmente uovo di Pasqua, ma in ambito cinematografico sta ad indicare una citazione più o meno scherzosa o giocosa: un rimando a un film o a un personaggio, spesso rapido e nascosto, inserito dentro un altro film. Sono molti i registi e gli autori che si sono divertiti a inserirli all’interno dei loro lavori, e riuscire a scovarli da soli non può che essere tanto divertente quanto elettrizzante. Quello dell’Easter egg è un fenomeno che non conosce tregua, nel corso degli anni ne sono stati realizzati un’infinità e negli ultimi tempi, per esempio, la Marvel si è fatta spesso contagiare da tale trovata, ridandole nuova linfa. LongTake ve ne propone una top ten, dai più celebri ai più sorprendenti.

10. Toy Story – Shining

Incredibile a dirsi: nel primo Toy Story la moquette del corridoio di casa di Sid, il temibile e pestifero ragazzino che si diverte a piegare i giocattoli ai suoi sadici esperimenti, presenta lo stesso identico design di quella dell’Overlook Hotel di Shining, capolavoro dell’horror firmato Stanley Kubrick. Evidentemente, John Lasseter e soci hanno voluto rimanere decisamente in tema…

9. Stan Lee – Big Hero 6

Stan Lee, mostro sacro e uomo di punta della Marvel, è famoso per i molti camei in svariati film della celeberrima casa di produzione americana. Non tutti sanno, però, che Lee fa capolino in maniera inequivocabile anche in Big Hero 6, primo film basato su un franchise Marvel ad essere stato interamente prodotto dalla Disney: il padre di Fred, infatti, possiede inequivocabilmente le sue sembianze, oltre ad avere la sua voce.




8. Club Obi Wan – Indiana Jones e il tempio maledetto

In Indiana Jones e il tempio maledetto, secondo capitolo della saga diretta da Steven Spielberg, il nome del nightclub di Shanghai presente all’inizio del film è Club Obi Wan. Un chiaro riferimento alla saga di Star Wars firmata George Lucas, ideatore e creatore anche delle avventure del celebre archeologo.




7. Totoro – Toy Story 3

I geniacci della Pixar sono evidentemente molto generosi quando si parla di Easter Egg: come non scorgere Totoro, protagonista del film di Hayao Miyazaki Il mio vicino Totoro e personaggio di punta dello Studio Ghibli, in questa scena di Toy Story 3 – La grande fuga, in mezzo agli altri giocattoli? Il grande capo della Pixar, John Lasseter, dopotutto non ha mai fatto nulla per nascondere la sua passione sfegatata per Miyazaki, che considera il miglior regista d’animazione vivente e la massima fonte di ispirazione della sua arte.




6. Batman v Superman: Dawn of Justice – Io sono leggenda

I protagonisti di Batman v Superman: Dawn of Justice di Zack Snyder sono “l’uomo pipistrello” e “l’uomo d’acciaio”, ma a far incontrare i due supereroi di casa DC Comics ci aveva già pensato il film Io sono leggenda nel 2007, come si può notare nel cartellone pubblicitario in basso, che unisce curiosamente i simboli di entrambi i personaggi.




5. Daniel Craig – Star Wars-Il risveglio della Forza

Il cameo “nascosto” di Daniel Craig nel settimo capitolo della saga di Star Wars è stato rivelato qualche tempo dopo l’uscita del film, eppure è tutto vero: è proprio l’attore britannico a prestare il corpo (ma non il volto, naturalmente) allo Stormtrooper che subisce dalla Rey di Daisy Ridley un “trucco mentale” in stile Jedi. Il motivo è presto detto: nello stesso periodo, ai Pinewood Studios di Londra, si stavano girando sia Spectre che Star Wars – Il risveglio della Forza, per cui è stato agevole per Craig concedersi questa curiosa anche se invisibile apparizione…




4. Nick Fury – Iron Man 2

Non poteva mancare, Stan Lee a parte, un Easter Egg in perfetto stile Marvel: in Iron Man 2, nella scena dopo i titoli di coda con Samuel L. Jackson nei panni di Nicky Fury, una mappa della S.H.I.E.L.D. è chiaramente visibile, con alcune zone del pianeta cerchiate: ognuna di esse si riferisce a un personaggio Marvel ed è legata alla sua storia personale…




3. La mamma di Martin Scorsese – Quei bravi ragazzi

Il legame di Martin Scorsese con la sua famiglia di origini siciliane è fortissimo e i suoi film lo confermano, visto che il regista di Toro Scatenato non perde occasione per far far capolino ai suoi genitori nelle sue pellicole. Da ricordare, in particolare, l’apparizione della signora Scorsese in Quei bravi ragazzi, dove a impersonare la madre del Tommy DeVito di Joe Pesci, che cucina il sugo per il figlio e per i suoi compari, è proprio Catherine Scorsese, la vera mamma di Martin.




2. R2-D2 e C-3PO – I predatori dell’arca perduta

Ancora un collegamento tra Star Wars e Indiana Jones: riconoscete i due robot presenti tra i geroglifici in questa scena de I predatori dell’arca perduta? Esatto, sono proprio R2-D2 e C-3PO…

1. 2001: Odissea nello spazio – Arancia Meccanica

Nemmeno Stanley Kubrick ha resistito alla tentazione dell’Easter Egg: in questa scena di Arancia Meccanica, infatti, è possibile scorgere in bella vista, in un negozio di dischi dove si reca il protagonista Alex DeLarge, una copia dell’epocale colonna sonora di 2001: Odissea nello spazio, film precedente del regista.

Informazioni su Letizia Piredda 122 Articoli
Letizia Piredda ha studiato e vive a Roma, dove si è laureata in Filosofia. Da diversi anni frequenta corsi monografici di analisi di film e corsi di critica cinematografica. In parallelo ha iniziato a scrivere di cinema su Blog amatoriali. Collabora con Longtake.
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti