Fantasmi prima di colazione

a cura di Letizia Piredda

Una surreale ribellione degli oggetti: porte che si aprono e si chiudono da sole, cappelli che attraversano paesaggi senza chi li indossa, revolver che si moltiplicano e minacciano le persone, sono solo alcuni degli oggetti che sviluppano una vita propria, popolando un allegro mondo onirico.

Il cortometraggio d’animazione dadaista Fantasmi prima di colazione, (Vormittagsspuk),di Hans Richter, 1928 è uno dei classici dell’avanguardia, che delizia con il suo montaggio ritmico veloce mentre gli oggetti ordinari si ribellano al loro uso tipico. I nazisti hanno tentato di distruggere il film, causando la scomparsa della sua colonna sonora originale, composta da Paul Hindemith, considerata arte degenerata. Per i nazisti infatti deve essere stato insopportabile che la migliore opera di sincronizzazione cinematografica fosse tedesca, e, contemporaneamente, apoteosi artistica della musica nera.

https://mubi.com/films/ghosts-before-breakfast

Su you tube c’è un’altra versione: il video è molto deteriorato, ma il sonoro è costituito da un collage di musica afro-americana antecedente al 1927, con l’intento di ricostituire l’atmosfera del sonoro originale.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*