Tempi moderni: Charlot parla!

di Letizia Piredda

Siamo nel 1936, da quasi dieci anni ormai il sonoro si è imposto nel cinema. Ma, ancora Luci della città capolavoro del 1931, resta un film muto. E ora l’attesa per Tempi moderni è tanta: il pubblico  potrà finalmente sentire la voce di Charlot, del vagabondo che ha conquistato milioni di persone.
E in effetti il parlato c’è in questo film: attraverso la radio, dagli schermi le persone parlano, ma sono voci esterne, non sono i personaggi a parlare.
Il parlato resta fuori.

Come fare per conciliare questa attesa del pubblico con le esigenze di un film centrato sulla slapstick comedy?

Ormai siamo verso la fine del film e ancora non abbiamo sentito la voce del vagabondo.
Ma ecco il colpo di scena: Charlot viene assunto nel locale dove la sua compagna ha trovato un posto come ballerina. Gli chiedono se sa cantare e ovviamente Charlot dice di sì. Ecco quindi la grande occasione per sentire la sua voce.

Siccome non ha avuto il tempo per imparare le canzoni, si è scritto le parole sui polsini: ecco è arrivato il suo turno, inizia con qualche piroetta

Charlot canta la famosa canzone La Titina

ma inavvertitamente apre le braccia di colpo e i due polsini volano via, cerca di raccoglierli con qualche contorsione, ma senza successo.

Allora guarda disperato verso Paulette Goddard che gli dice canta, dì qualcosa non importa cosa, non importano le parole: finalmente sentiamo la voce di Charlot, ma le parole della canzone sono incomprensibili, suoni senza significato, accompagnate però da una mimica che ci fa capire tutto.

Ecco l’ultima trovata di Chaplin: usa la voce ma non dice nulla, tutti i significati sono veicolati dalla mimica. D’altra parte lo sapeva fin dall’inizio che la slapstick comedy e il parlato sono assolutamente incompatibili!

Informazioni su Letizia Piredda 144 Articoli
Letizia Piredda ha studiato e vive a Roma, dove si è laureata in Filosofia. Da diversi anni frequenta corsi monografici di analisi di film e corsi di critica cinematografica. In parallelo ha iniziato a scrivere di cinema su Blog amatoriali.
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti