Le foto di Enrico Appetito celebrano i 40 anni de Il Marchese del grillo

di Pino Moroni e Piero Bonacci

Una delle Mostre della Festa del Cinema di Roma, alla Casa del Cinema, celebra i 40 anni del film Il marchese del Grillo, commedia in costume diretta da Mario Monicelli ed interpretata da Alberto Sordi, attraverso gli scatti, stampati su tela e montati su telaio, effettuati dal fotografo di scena Enrico Appetito, in una esposizione che comprende Ritratti, Set e Fuori Set.

Il Marchese Onofrio del Grillo della corte papale, frequentava, nell’ozio continuo delle sue giornate, bettole ed osterie, incontrandosi con popolane e prostitute ed organizzando scherzi anche crudeli agli altri nobili e ad altri malcapitati.

Enrico Appetito era il fotografo di scena, una figura essenziale per la diffusione di immagini sul film, che si sarebbero poi diffuse sui rotocalchi, in televisione e su tutti i manifesti pubblicitari. Attraverso il suo sguardo di artista si possono godere in questa importante mostra 60 immagini inedite, le più rappresentative, scelte dalla figlia Tiziana Appetito e dalla nipote Claudia.

Alberto Sordi, legato a lui da un rapporto sincero di stima ed amicizia, lo aveva voluto poi sempre sui suoi set ed era un ammiratore delle sue fotografie che chiamava quadri, perché Appetito aveva colto perfettamente e nobilitato, con la sua sensibilità artistica, il lavoro del Direttore della fotografia Sergio D’Offizi, realizzando una raccolta di più di 5000 immagini di grande valore figurativo. Enrico Appetito cattura in questi quadri la luce di Caravaggio, le cromie di Velasquez e Goya, che D’Offizi aveva usato per Monicelli, proponendosi di ricreare un reale affresco storico declinato per immagini.

Enrico Appetito ci ha lasciato un patrimonio fotografico composto da più di 2 milioni di scatti di set, fuori scena e backstage di oltre 500 film, corredati da studi fotografici e reportage, oggi parte dell’Archivio di Fotografia di Cinema di Enrico Appetito, riconosciuto di interesse storico dal MIBACT. Dal 1954 sul set di Un americano a Roma di Steno, passando per L’avventura di Michelangelo Antonioni, ha lavorato per registi come Mario Monicelli, Sergio Leone, Ettore Scola, Tonino Cervi, Martin Scorsese, Julie Taymor, Jonathan Mostow, ecc.. Con ritratti a grandi interpreti come Monica Vitti, Vittorio Gassman, Vittorio De Sica, Carlo Verdone, Antony Hopkins, Antonio Banderas, Cameron Diaz, Leonardo Di Caprio, ecc..

Una delle Mostre della Festa del Cinema di Roma, alla Casa del Cinema, celebra i 40 anni del film Il marchese del Grillo, commedia in costume diretta da Mario Monicelli ed interpretata da Alberto Sordi, attraverso gli scatti, stampati su tela e montati su telaio, effettuati dal fotografo di scena Enrico Appetito, in una esposizione che comprende Ritratti, Set e Fuori Set.

Il Marchese Onofrio del Grillo della corte papale, frequentava, nell’ozio continuo delle sue giornate, bettole ed osterie, incontrandosi con popolane e prostitute ed organizzando scherzi anche crudeli agli altri nobili e ad altri malcapitati.

Enrico Appetito era il fotografo di scena, una figura essenziale per la diffusione di immagini sul film, che si sarebbero poi diffuse sui rotocalchi, in televisione e su tutti i manifesti pubblicitari. Attraverso il suo sguardo di artista si possono godere in questa importante mostra 60 immagini inedite, le più rappresentative, scelte dalla figlia Tiziana Appetito e dalla nipote Claudia.

Alberto Sordi, legato a lui da un rapporto sincero di stima ed amicizia, lo aveva voluto poi sempre sui suoi set ed era un ammiratore delle sue fotografie che chiamava quadri, perché Appetito aveva colto perfettamente e nobilitato, con la sua sensibilità artistica, il lavoro del Direttore della fotografia Sergio D’Offizi, realizzando una raccolta di più di 5000 immagini di grande valore figurativo. Enrico Appetito cattura in questi quadri la luce di Caravaggio, le cromie di Velasquez e Goya, che D’Offizi aveva usato per Monicelli, proponendosi di ricreare un reale affresco storico declinato per immagini.

Enrico Appetito ci ha lasciato un patrimonio fotografico composto da più di 2 milioni di scatti di set, fuori scena e backstage di oltre 500 film, corredati da studi fotografici e reportage, oggi parte dell’Archivio di Fotografia di Cinema di Enrico Appetito, riconosciuto di interesse storico dal MIBACT. Dal 1954 sul set di Un americano a Roma di Steno, passando per L’avventura di Michelangelo Antonioni, ha lavorato per registi come Mario Monicelli, Sergio Leone, Ettore Scola, Tonino Cervi, Martin Scorsese, Julie Taymor, Jonathan Mostow, ecc.. Con ritratti a grandi interpreti come Monica Vitti, Vittorio Gassman, Vittorio De Sica, Carlo Verdone, Antony Hopkins, Antonio Banderas, Cameron Diaz, Leonardo Di Caprio, ecc..

Commenta per primo

Rispondi