Arriva Voyage of Time di Malick

a cura di Letizia Piredda

Questo viaggio di scoperta, realizzato nel corso di anni e anni di lavoro, è una celebrazione unica dell’esistenza e della storia del cosmo che trasporta il pubblico in una vasta odissea lunga millenni, dal Big Bang all’era dei dinosauri fino al presente, e oltre.

Voyage of Time: An IMAX Documentary 

Trailer di Voyage of time un documentario IMAX

MUBI, il distributore cinematografico e servizio di streaming cinematografico globale, ha annunciato l’esclusiva anteprima digitale di Voyage of Time: Un Documentario IMAX[1]di Terrence Malick, disponibile in streaming globalmente in 4K su MUBI dal 17 dicembre 2021.

Malick (The Tree of Life, I giorni del cielo) presenta un lavoro decennale che culmina in un coinvolgente viaggio alla scoperta della nascita dell’universo. Il film era stato presentato in concorso alla 73ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal 7 ottobre 2016.

Narrato da Brad Pitt, il documentario è una celebrazione dell’esistenza e della grandiosa storia del cosmo, che trasporta il pubblico in un’odissea vasta, ma personale, che attraversa gli eoni dal Big Bang all’era dei dinosauri fino al nostro attuale mondo umano, e oltre. Combinando la ricerca di importanti scienziati con immagini mozzafiato del maestro di VFX Dan Glass, il panorama di immagini del film ci porta nel cuore di eventi monumentali mai visti prima, dalle origini delle stelle e delle galassie all’esplosione di diverse forme di vita sul pianeta terra, compreso il genere umano.

Voyage of Time è una stupefacente esperienza astronomica – un inno alla gloria della natura, della vita e della scoperta scientifica – che lo vede raggiungere l’impossibile: rappresentare l’inizio, il passaggio e la potenziale fine del tempo.


[1] IMAX (da Image Maximum) è un sistema di proiezione che ha la capacità di mostrare immagini e video con una grandezza e una risoluzione molto superiore rispetto ai sistemi di proiezione convenzionali. La pellicola IMAX produce un effetto di profondità, niente a che vedere con il 3D, che dà allo spettatore la percezione di essere dentro al film. L’alto costo della tecnica IMAX ha limitato fortemente la realizzazione di film, che sono pochissimi a tutt’oggi, dando una netta preferenza ai documentari.

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Visualizza tutti i commenti